venerdì 24 agosto 2012

Presentazione libro: "La parrocchia di S. Pantaleone in Sorso"


Venerdì 31 Agosto 2012.
Sorso (SS) Palazzo Baronale, ore 19.00



Arte, Storia e tradizioni della Città di Sorso in un libro di Vanna Pina Delogu, "La Parrocchia di San Pantaleone in Sorso". Dall’antica struttura dei camaldolesi all’opera del francescano Antonio Cano. Architettura, arredi, argenti e associazionismo confraternale. Carlo Delfino Editore.

Intervengono:
il Sindaco di Sorso, Dott. Giuseppe Morghen
il Parroco di San Pantaleo, Don Giovanni Manca
il Prof. Giovanni Deriu
il Prof. Nicola Tanda
la Dott.ssa Daniela Rovina

Partecipa l’associazione di rievocazione storica Memoriae Milites con i suoi costumi medievali.



Evento su Facebook:

domenica 12 agosto 2012

"Sa Festa 'e tota 'idda". Scano Montiferro 2012

Scano Montiferro
21 Agosto 2012

al complesso Nuragico 
"Nuracale"

(Il sito)
(Mappa del sito)

Manifestazione a cura dell'associazione di rievocazione storica "Memoriae Milites".
Durante la manifestazione si svolgeranno combattimenti (bastone e scudo, bastone) tratti dallo studio dei bronzetti nuragici, laboratori manuali in cui si ricostruiranno manufatti con le tecniche e gli strumenti del periodo, esposizione di armamenti e armi dell'età del Ferro "Nuragica".


  

Programma:


http://www.scanomontiferro.it/uploads/varie/DEPLIANT_4_ANTE__RIDOTTO.pdf

Manifestazione organizzata dal comune di Scano Montiferro.


Due piccoli video sull'evento svoltosi:



lunedì 6 agosto 2012

"La Bastida di Sorres". Borutta 25/26 Agosto 2012



Il comune di Borutta e il gruppo di rievocazione storica "Memoriae Milites", assieme a "Sala d'arme le quattro porte", "Sagittarii Vagantes", "Giudicato di Torres" e "Cavalieri dell'antica Locanda" presentano:



LA BASTIDA DI SORRES

evento culturale


…Nel colle dove sorge l’antica cattedrale di San Pietro, esisteva un tempo una città.

Delle antiche case, delle antiche strade, nulla più rimane. Eppure la vita, lassù a Sorres, scorreva tra i quartieri, la si avvertiva nel vociare degli abitanti e dei viaggiatori o si fermava con rispetto durante le numerose cerimonie che si svolgevano nella mistica penombra di San Pietro.



Non era una normale cittadina: era la sede dell’influente vescovo di Sorres, figura prestigiosa dell’antico Meilogu e di tutto il regno di Logudoro. Tra le pareti del monastero benedettino, un tempo i vescovi avevano i loro appartamenti. Qui vi dimorò proprio in qualità di vescovo Goffredo di Meleduno, il monaco infermiere di Chiaravalle, conoscente (se non amico) di San Bernardo. L’attuale aspetto della cattedrale di San Pietro, unico superbo testimone dell’antica città, lo si deve al monaco francese.

Tra la folla in festa, non mancavano le visite dei Giudici e delle eminenze di Torres o di altri regni, né erano assenti altri momenti di forte coinvolgimento della comunità…



Ma col ‘300, i venti di guerra che coinvolsero la Sardegna non risparmiarono neppure Sorres. Contesa dalla signoria dei Doria, dai neoconquistatori Aragonesi e dai Giudici di Arborea, l’antica città venne fortificata: divenne una bastida e da qui, nell’agosto del 1347, partì l’esercito dei Doria per sterminare i catalani ad Aidu de Turdu. Poi, tra carestie, epidemie, guerre e rappresaglie, il declino fu inesorabile: le foto della fine dell’ottocento ritraggono un colle spoglio: i frontoni dell’antica cattedrale e i ruderi tra il grano diventarono per secoli gli unici testimoni dei fasti del passato.

Gli eventi Storici:

 "Il fatto d'arme avvenne nei primi mesi del 1334. Sorres allora era un importante sede vescovile ed un altretanto importante crocevia, i Doria, signori della zona, già da qualche anno avevano provveduto a fortificare, sulla collina ove sorgeva il monastero, parte delle costruzioni civili che ivi si trovavano. Gli aragonesi che non potevano tollerare questa situazione, nel 1333 con il pretesto di dover arrestare dei fuorilegge che avevano trovato rifuggio nella Bastita, avevano conquistato la fortezza. I Doria, visto che tutte le loro proteste presso le autorità aragonesi non avevano sortito alcun effetto, si decisero a riprendere con le armi la Bastita. Nel marzo del 1334, Brancaleone Doria (figlio di Barnabò) mandò all'assalto la sua armata che con grida di guerra, diede l'assalto con "scale, picche e mantelletti", allorquando aveva ormai in pugno la vittoria fu attaccato dall'esercito aragonese comandato da Bernardo Senesterra e dal contingente Arborense, allora ancora alleato con i catalani, e fu quindi messo in fuga. Dopo questa azione dei Doria, gli aragonesi scatenarono in tutta la zona ed in particolare in otto villaggi dei Doria intorno a Sorres, una feroce rappresaglia. Tutto ciò non bastò comunque ad assicurare la pace..."


La Sorres di oggi tuttavia ha ripreso vita, sebbene in forme diverse. Il silenzio del colle, le sue bellezze artistiche e naturalistiche e la spiritualità del monastero ne fanno meta di numerosi viaggiatori alla ricerca di fede, natura, arte e storia.



Durante la BASTIDA DI SORRES assisterete alla vestizione di un cavaliere così come avveniva nel pieno trecento; conoscerete i colori, i profumi, le abilità degli artigiani e le suggestioni di una fiera medievale; non mancheranno neppure gli eserciti di qualche signore straniero che tenteranno di impadronirsi dell'antica bastida, tra il clangore delle armi, alla ricerca di epiche imprese e ricchi bottini.... Riusciranno i difensori a respingere l'assedio?





Programma della Manifestazione

(il programma potrebbe subire variazioni durante la manifestazione)

SABATO 25 AGOSTO 2012:

Ore 9.30
• Allestimento dell’accampamento medievale;

Ore 10.00
• Inaugurazione fiera e mercato;
• Inizio visite guidate alla Grotta Ulàri;
• Inizio visite guidate Mostra/ Museo e Monastero;

Ore 12.00
• Esibizione del Falconiere;

Ore 15.30
• Inizio visite guidate Grotta, Mostra/ Museo, Monastero;

Dalle ore 16.30 alle 21

• Visita all’accampamento medievale con le sue attività di vita quotidiana;

Ore 18.00, in Cattedrale
• Investitura del Cavaliere;

Ore 19.00
• Vespri gregoriani in Cattedrale;
• Esibizione del Falconiere;

Ore 19.30 nel campo medievale
• Rievocazione della battaglia della Bastida di Sorres;
Al termine della battaglia vi saranno esibizioni di balli medievali.


DOMENICA 26 AGOSTO 2012: 

Ore 9.30
• Fiera e mercato;
• Visite guidate Mostra/Museo e Monastero;
• Visita all’accampamento medievale con le sue attività di vita quotidiana;

Ore 11.00
• Santa Messa in Cattedrale con la celebrazione dei monaci benedettini;
• Gara di tiro con l’arco storico;

Dalle ore 16.00 alle ore 21 nell’accampamento medievale:
• Esposizione e ricostruzione di armi e armature;
• Produzione di ceramica;
• Lavorazione del metallo;
Pittura;
• Gioco per bambini: IL CAVALIERE E IL SUO CAVALLO;

Ore 17.30
• Cronache dal Medioevo: incontro con studiosi della materia ci raccontano
la guerra nel medioevo e la vita nella Diocesi di Sorres;

Ore 18.30
• nell’accampamento medievale combattimenti singoli e passi d'arme;

Ore 19.00
• Vespri gregoriani;

Dalle 19.30 alle 20
• Balli medievali;

Alle 21.00 chiusura della manifestazione.